Casa

Discorso casa….

Mah!  Quanto mi manca l’Italia … una volta ho letto una frase dal poeta Robert Browning:

‘Open my heart and you will see graved inside of it “Italy” ‘

“Aprire il mio cuore e vedrai, incisa all’interno di esso ‘Italia'”

Mi sono giurato che non mi permetterei mai di sentire così. Se dovessi essere in Italia per sentirmi serena e felice sarei in Italia… punto e basta.

Le mie esperienze e scelte mi hanno trasportato da Londra al ‘Italia e poi dal’Italia di nuovo a Londra, e così ho seguito il vento che mi portava. Convinta? Mah…? Quando mai siamo così ‘convinti’ di decisioni grossi come questa? Va be’ .. l’ho fatto – altrimenti sarei rimasta in un circolo vizioso di indecisione costante.

Ora che sono a Londra stabilita con marito e figli, casa, giardino, famiglia intorno (vicino ma non troppo 😉 ) amici di una volta ed anche nuovi, mi sento ‘stabilita’ (per mancanza di un’altra parola). Ma…c’e’ sempre un ‘ma’  ho spesso nostalgia del Italia!  L’Italia e’ nel mio cuore e nel mio sangue..Lo sara’ per sempre.

Spesso chiedo se sia perché ho passato degli anni li, più felici della mia gioventù, perché erano anni stupendi non solo per me ma per tutti quelli che mi erano attorno – un periodo, un’era di festa, spensierata! Un sogno che ho sognato da anni e poi vissuto davvero.

Ma poi so che e’ più di quello.  E’ semplicemente l’Italia. Certo che quei anni erano particolari, stupende, pieno di aperitivi, cene, discoteche, amici, mare, e casino totale.. Ma c’e’ anche di più.. cose sensa spiegazioni… Sara’ perché ho patrimonio Italiano, dentro di me, una parte e’ italiana e lo sento forte. E questo non sparira’ mai.

Ora cerco la soluzione. Come si può mantenere due vite stabili? Hmmmm???

Si compra casa anche in Italia! Ecco… Questa e’ l’unica soluzione.

Poi si deve decidere dove? Al mare, (possibilmente), campagna (no), lago (possibilmente).

Fortunatamente mio marito e’ molto entusiasta del Italia – e vorrebbe che i nostri figli imaparano presto la lingua e che si emergono anche nella cultura e vita. Quindi una casa li sarebbe una ottima e bella soluzione.  Lui dice che avrebbe senso comprarla vicino i miei parenti ed amici – che indicherebbe il lago.. visto che loro sono nel veneto.

E così si inizia la ricerca … abbiamo visto una verso ‘Sirmione’ …ora facciamo dei calcoli e  ci pensiamo.. sarebbe un sacrificio finanziario al inizio, ma alla fine certi rischi bisogna prendere nella vita.. si potrebbe aspettare ed aspettare o si puo buttarsi ..

Iniziamo il viaggio!!!

Qualsiasi consiglio molto apprezzato!!! Grazie 🙂

Magari..

Magari…!

Eccomi

London-Calling-flag

Buongiorno… Eccomi!  Allora e’ da un po di tempo che penso di scrivere un blog in italiano … beh – non sara’ un italiano perfetto (chiedo scusa) perché ormai no lo scrivo ne parlo (regolarmente) per tanto tempo.  Ma l’Italia l’amo ancora, il paese, le persone, il cibo, la vita e più che altro chi sono ‘Io’ quando sono li.

Sono di origine italiana – almeno da una parte, la parte di mia mama.  Lei era nata in Inghilterra, a Londra più precisamente ma sua mama (mia nonna) era italiana e nonostante il suo trasferimento in Inghilterra dopo la guerra ha sempre tenuto la sua ‘italianezza’.  La nonna Laura era sempre italiana, viveva qui ma anche li.

Io poi sono cresciuta con Italia nel cuore da piccola … e quel amore e’ rimasta per sempre.  Poi mi sono trasferita .. ho lasciato londra, lavoro, amici, famiglia e mi sono trasferita in Italia .. proprio l’opposto di cio che ha fatto mia nonna tutti quei anni fa… Ed ho iniziato una vita li… Per amore.  Per amore del paese e per l’amore di una persona.

Ora sono di nuovo a londra, stabilita ma continuo a portare l’Italia con me.

Ho fatto tante cose tra l’altro scritto un libro.  Il libro e’ completato e sto investigando le vie per publicarlo… Il libro consiste della storia della mia vita, raccontato tra tante estratte di agende/diari che ho scritto da quando avevo tredici anni fino ad oggi.. e racconta la cerca di felicita’, serenità ed ovviamente amore.

Spero di potervi far leggere il libro a breve… ‘Watch this space!’